CONDIVIDI

Share

giovedì 11 marzo 2010

12 marzo sciopero generale. La Cgil in piazza ......


12 marzo sciopero generale. La Cgil in piazza


Il 2009 si conferma un anno drammatico per l'economia italiana ma il governo continua a negare la crisi. La Cgil scende in piazza domani per chiedere al governo, tra le altre cose, di fermare i licenziamenti, sostenere il reddito e le politiche di accoglienza, la regolarizzazione dei migranti, la sospensione della Bossi-Fini, l'abolizione del reato di clandestinità. Una mappa [parziale] delle iniziative per regione.

Crolla ancora il Pil, nel 2009 è calato 5,1 per cento. È un dato dell’Istat, che rivede al ribasso la stima preliminare diffusa a febbraio [-4,9]. Si conferma comunque l’anno drammatico per l’economica italiana, che non registrava un simile tonfo dal 1971.
Il Governo però nega la crisi e promette che nessuno «verrà lasciato indietro» ma la disoccupazione cresce, si licenziano i precari della scuola e della pubblica amministrazione, si moltiplicano le vertenze sull’occupazione e le risposte continuano a non essere date.

Per questo domani, 12 marzo, la Cgil scende in piazza per chiedere al Governo, ma anche a Confindustria e a tutte le imprese è fermare i licenziamenti, ma anche per garantire la prosecuzione della Cig [cassa integrazione] in deroga, sostenere il reddito e prevedere gli ammortizzatori sociali per i precari. «È necessario – spiega il sindacato – affrontare le vertenze impedire la chiusura delle aziende, definire strumenti di politica industriale, avviare subito un piano per la ricerca e un piano per il Mezzogiorno». Uno dei punti dello sciopero sono anche le politiche di accoglienza e lotta alle nuove schiavitù. Fondamentale è la regolarizzazione dei migranti che lavorano, la sospensione della Bossi-Fini per i migranti in cerca di rioccupazione, l’abolizione il reato di clandestinità, il riconoscimento della cittadinanza alla nascita nel nostro Paese e l’estensione dell’art. 18 del Testo Unico sull’immigrazione equiparando il reato di caporalato a quello di tratta sugli esseri umani.
Di seguito alcune delle iniziative nelle regioni:

PIEMONTE
Asti: Presidi davanti all’Agenzia delle Entrate e davanti ad aziende metalmeccaniche in crisi
Vercelli: Manifestazione davanti al Carrefour dalle ore 10 alle 12

TRENTINO
Trento: Presidio sotto la sede del Commissariato del Governo a Trento alle ore 10.30.

LOMBARDIA
Bergamo: 9.30 partenza da Piazza Marconi
Brescia: 9.00 appuntamento in Piazza della Repubblica
Monza: 9.00 manifestazione Largo Mazzini
Como: presidio davanti alla Prefettura
Cremona: presidio in piazza Stradivari
Milano: manifestazione appuntamento porta Venezia con la partecipazione del segretario confederale, Agostino Megale
Pavia: presidio davanti alla Prefettura
LIGURIA

Genova: Concentramento ore 9.00 presso i giardini prospicienti la Stazione Brignole (lato Piazza della Vittoria) e presso il Terminal Traghetti (Coop Negro) via di Francia. Manifestazione conclusiva Piazza Caricamento, con la partecipazione di Susanna Camusso, segretaria confederale CGIL.
Savona: ore 9.00 comizio in Piazza Sisto IV (la piazza del Comune di Savona). Corteo con sosta e presidio sotto la Prefettura.
La Spezia: ore 10.00 concentramento in Piazza Europa. Corteo fino a Piazza Ramiro Ginocchio.
Imperia: ore 10.00 presidio davanti alla Prefettura in via Matteotti

VENETO

Padova: Manifestazione Regionale con il segretario generale della CGIL, Guglielmo Epifani. Partenza corteo ore 9.00 – Piazza Insurrezione ore 11.00.

EMILIA ROMAGNA
Ferrara: lo sciopero è di 8 ore per tutti i settori non sottoposti a regolamentazione. Manifestazione nella Piazza Municipale dalle 10 alle 12.
Reggio Emilia: manifestazione con corteo. Concentramento ore 9.30 in Viale Montegrappa. Ore 11.00 comizio conclusivo in Piazza della Vittoria. Interviene la segretaria confederale della CGIL, Vera Lamonica
Bologna: concentramento della manifestazione alle 9.30 all’ex Sabiem di via Emilia Ponente e un presidio conclusivo (e simbolico) all’Agenzia delle Entrate di via Nanni Costa.
Imola: Manifestazione, concentramento alle 9.30 nella Galleria del Centro Cittadino
Parma: La manifestazione avrà inizio con il concentramento in piazzale Santa Croce a partire dalle ore 9.

TOSCANA
Firenze: Concentramento ore 9.00 Piazza Indipendenza, corteo per le vie cittadine, ore 11 Comizio conclusivo in Piazza SS. Annunziata di Enrico Miceli
Siena: Concentramento ore 8.45 La Lizza, corteo per le vie cittadine, ore 10,45 Comizio conclusivo in Piazza Salimbeni.

Livorno: Concentramento ore 9.30 Piazza Magenta, corteo per le vie cittadine. Comizio conclusivo in Piazza XX Settembre.
Pisa: Presidio dalle ore 15 alle ore 17 davanti alla Prefettura di Pisa

UMBRIA
Perugia: Manifestazione presidio alla Prefettura dalle ore 10.00
Terni: presidio sotto la prefettura, in piazza Tacito, dalle ore 11,00. Una delegazione di sindacalisti e lavoratori incontrerà il prefetto Augusto Salustri, rappresentante del Governo sul territorio.

MARCHE
Ancona: Manifestazione con comizio alle ore 10,30 in piazza della Repubblica. Jesi: corteo, concentramento alle ore 9 a Piazzale Porta Valle.
Macerata: per l’occasione è previsto a Tolentino un corteo, il cui concentramento è per le ore 15, che partirà dalla zona della Piscina comunale fino a raggiungere piazza della Libertà dove alle ore 16 si terrà la manifestazione conclusiva.

LAZIO
Roma: Concentramento a Piazzale Flamino e partenza corteo. Comizio a Viale Mazzini davanti alla sede Rai alle ore 12. Interviene il segretario generale della CGIL di Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, e il segretario Nazionale, Enrico Panini.

CAMPANIA
Napoli: Concentramento ore 9.00 in Piazza Mancini. Interviene il segretario confederale, Fulvio Fammoni
Caserta: sit-in davanti alla prefettura

PUGLIA
Bari: Manifestazione con corteo e comizio a Piazza Federico di Svevia. Interviene la segretaria confederale della CGIL, Paola Agnello Modica.
Barletta: Manifestazione provinciale che si svolgerà nella Piazza della Prefettura di Barletta con comizio e successivo incontro con il Prefetto.
Brindisi: dalle ore 9.00 alle ore 11.00 manifestazione in Piazza Vittoria, dalle ore 11 alle ore 13.00 presso la sala del Comune di Brindisi, tavola rotonda sui temi dello sciopero con i Presidenti di Confindustria, Confesercenti, Confagricoltura, Confcommercio.
Foggia: Assemblea provinciale Quadri e Delegati presso la Sala della Cassa Edile.
Lecce: Manifestazione con comizio conclusivo a Casarano.
Taranto: Manifestazione con partenza ore 9,00 dall’ ingresso Arsenale di Taranto, corteo per Via Di Palma e comizio conclusivo ore 11,30 in Piazza M. Immacolata

CALABRIA
Rosarno: Nel Comune protagonista della rivolta degli immigrati si parlerà dei temi dell’accoglienza e dell’integrazione. Si comincia alle 10 nell’auditorium comunale con la manifestazione che avrà come slogan “Accoglienza, integrazione, lavoro, diritti, sviluppo, legalità”. La manifestazione sarà conclusa da Morena Piccinini, segretaria confederale CGIL

SICILIA
Palermo: concentramento alle 9.30 in piazza Verdi e una manifestazione dentro il teatro “Al Massimo”, che si concluderà con l’intervento del Segretario Generale nazionale della FILLEA CGIL, Walter Schiavella.
Catania: concentramento alle 9 in piazza Roma, corteo fino a piazza Manganelli e comizio di Nicola Nicolosi, della CGIL nazionale.
Messina: manifestazione in mattinata davanti l’Agenzia delle entrate (via S.Cecilia). Manifestazioni e comizi anche a Trapani, presso il teatro Cristal dove interverrà la Segretaria Generale della CGIL Sicilia, Mariella Maggio.

-

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency