CONDIVIDI

Share

mercoledì 1 settembre 2010

Disoccupazione, Senza lavoro un giovane su quattro


di Amerigo Rivieccio

Damiano (Pd). “ Una Waterloo sociale”. Fammoni ( Cgil): “Le priorità del governo restano le leggi ad personam”

Il quadro che emerge dalle stime provvisorie dell'Istat su occupati e disoccupati relative al mese di luglio è stato definito da Cesare Damiano, capogruppo del Pd in Commissione lavoro del Senato “una Waterloo sociale", sono "numeri da brivido”.
A livello congiunturale, a luglio il numero di occupati risulta in diminuzione dello 0,1% mentre il tasso di disoccupazione giovanile, pari al 26,8 per cento, registra una riduzione di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e un aumento di 1,1 punti percentuali rispetto a luglio 2009, restando oltre la soglia di un disoccupato ogni quattro giovani.
Nel breve volgere di un anno il tasso di disoccupazione è aumentato di mezzo punto percentuale, arrivando all'8,4%, mentre il numero di occupati è risultato in calo di 172 mila unità (-0,7%).
Preoccupante poi è l’andamento del numero degli inattivi di età compresa tra 15 e 64 anni, cioè di coloro che sono uscite dal computo delle forze di lavoro in quanto non occupate né in cerca di occupazione, tale numero aumenta a luglio dello 0,5 per cento rispetto a giugno e dell'1 per cento rispetto luglio 2009. Il tasso di inattività, pari al 37,8 per cento, è in aumento sia rispetto al mese precedente (+0,2 punti percentuali) sia rispetto a luglio 2009 (+0,3 punti percentuali).
Ed il senatore Damiano prevede nubi scure all’orizzonte: “l'autunno ci prepara una sorpresa amara: tra licenziamenti già avvenuti e potenziali sono a rischio circa 600mila posti di lavoro. Di questi 400mila nei settori privati mentre 140mila precari perderanno il lavoro nella P.a. Oltre ai 20mila della scuola.
A questi vanno aggiunti i 70mila giovani vincitori di concorso nella P.a. che non troveranno impiego".
Per il segretario confederale della Cgil, Fulvio Fammoni, i dati Istat sull'occupazione "restano molto gravi e non si puo' continuare a rispondere che stiamo meglio della media europea".
Per Fammoni, che ricorda come il ricorso alla "cig nel 2010 superera' il miliardo di ore autorizzate" è necessario approntare un piano di "risposte urgenti" per chi ha già perso il lavoro, scongiurando "che l'enorme platea di lavoratori che attualmente usufruisce di ammortizzatori sociali scivoli verso la disoccupazione", "servirebbe dare stimolo ai consumi per far ripartire la produzione, ma di tutto questo nei cinque punti di verifica di Governo non c'e' traccia e la priorita' restano le leggi ad personam".
.

-

.
 .
 .

.

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency