CONDIVIDI

Share

giovedì 17 maggio 2012

Francoforte e la polizia fanno di tutto per impedire Blockupy




 Il comune di Francoforte e la polizia fanno di tutto per impedire Blockupy, la quattro giorni di protesta contro la gestione europea della crisi finanziaria, organizzati da una vasta e variegata rete di opposizione.

- -

  Lo si è visto già la settimana scorsa, quando l’assessore democristiano responsabile per l’ordine pubblico ha vietato tutte le iniziative in programma. Non solo quelle di Blockupy, anche una veglia dei «monaci per la pace» venerdì. Da più di venti anni i monaci si incontrano davanti alla Deutsche Bank ogni settimana, per protestare contro la povertà nel mondo. (…)
Per giustificarsi, i responsabili dell’ordine pubblico dipingono uno scenario terrificante, in cui migliaia di presunti violenti vorrebbero devastare la città. «È una totale deformazione della realtà, al solo scopo di vietare completamente la protesta», dice Christoph Kleine di Blockupy. I portavoce rimandano instacabilmente al testo del programma concordato da tutti i 50 gruppi promotori, dove si dice che dalle manifestazioni non deve venire nessuna violenza. Che sia così lo si è visto mercoledì mattina, durante lo sgombero dell’Occupy-Camp davanti alla Bce: a parte un paio di schizzi di colore a acqua, non si è vista traccia di resistenza attiva. Le occupiste e gli occupisti si sono lasciati portar via, per lo più di buon umore. (…)
Un portavoce della polizia ha detto che fino a domenica nessuna manifestazione spontanea sarà tollerata nei quartieri del centro. Già ci sono controlli rafforzati sui treni e intorno alla stazione ferroviaria. (…) Questa coreografia dei divieti non risparmia nemmeno l’università, che per paura di Blockupy chiuderà i suoi edifici fino a domenica. (…) Nonostante tutto, gli aderenti a Blockupy non mollano, anche se la repressione preventiva scoraggerà i più incerti tra i potenziali dimostranti. (…) I portavoce sono sicuri che la magistratura, in seconda istanza, autorizzerà la manifestazione del Comitato per i diritti costituzionali, convocata per giovedì e al momento vietata. La sola dimostrazione definitivamente consentita, in seconda istanza, dalla corte regionale amministrativa dell’Assia, è il grande corteo conclusivo di sabato. (…).

Live da Francoforte GIOVEDI 17 ORE 17


La città è blindata, sono stati dispiegati più di 15mila poliziotti. Abbiamo appena avuto notizia di un pullman, proveniente da Berlino, che è stato fermato e perquisito; nonostante i poliziotti non abbiano trovato nulla di illegale, compromettente o addirittura sospetto, i manifestanti nel pullman sono stati riportati indietro a Berlino, scortati dalla Polizia, in quanto “non hanno diritto di spostarsi per manifestare”.
I poliziotti a Francoforte compiono perquisizioni random nella seguente prassi: individuano un piccolo gruppo di persone, pedinano, accerchiano e perquisiscono. Non trovando nulla addosso si ‘congedano’ dicendo che “è vietato manifestare”. Hanno addirittura sconsigliato di fare visite turistiche perché i gruppi di più di 3 persone saranno automaticamente fermati. Ero con alcuni manifestanti in assemblea in una struttura privata; la polizia ha circondato l’edificio (privato!) e ha impedito a chiunque di entrare o uscire. Va detto inoltre che non è prevista una zona rossa fissa, ma queste sono mobili e random, scelte all’ultimo momento e cambiate in continuazione. Chi viene ‘beccato’ in una zona rossa (ovviamente a sua insaputa, non potendo conoscere quali sono le zone rosse) riceve una diffida dal circolare in città. Alla seconda diffida scatta, automaticamente, l’arresto.
I circa 300 ragazzi con cui sono adesso in Università hanno raggiunto Paulsplatz  dove già altre 1000 persone con la Costituzione in mano gridano il loro diritto a manifestare. I manifestanti sono circondati da venti blindati

#Blockupy Francoforte: segui la diretta Twitter e audio [ITA-EN]

17/5/2012

Clima impressionante a Francoforte nella seconda giornata di mobilitazione indetta da #Blockupy. Migliaia i manifestanti in piazza, migliaia di agenti schierati. Controlli per tutti i pullman internazionali che stanno raggiungendo la città, alcuni dei quali respinti. Un corteo partito dall'università di Francoforte è stato bloccato e circondato da centinaia di agenti, si tratta per proseguire il corteo e raggiungere la piazza dove è stato indetto il presidio.
Centinaia di persone fermate e segnalate dalla Polizia tedesca, sono già decine gli arresti.
Ateneinrivolta.org continuerà la diretta h.24 con corrispondenze telefoniche, foto, video, aggiornamenti twitter e cronaca della giornata di mobilitazione.


DIARIO DA FRANCOFORTE: PRIMO GIORNO
AUDIO:
- h.00:29 - Piero Maestri (Portavoce Nazionale di Sinistra Critica) appena rilasciato
- h.00:02 - Natascia di AiR Roma appena rilasciata
- h.23:50 - Enrico di AiR Trento appena rilasciato
- h.15:45 - Luciano nel pullman partito ieri da Roma in arrivo a Francoforte
- h.15:15 - Manifestanti identificati. Consegnati fogli di via.
- h. 13:38 - Corteo dall'università bloccato dalla Polizia, si tratta.
- h. 12:05 - La Polizia tedesca blocca tutti i pullman in ingresso a Francoforte. Assemblea in corso all'università
- 17/5 ore 21:00 - Clima repressivo in città, migliaia di agenti schierati. Fermi e controlli
DIRETTA TWITTER: CLICCA QUI PER AGGIORNARE




.

.
leggi tutto sullo zodiaco
.
leggi anche 



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share .

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

PACE

PACE
PACE

emergency

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/