CONDIVIDI

Share

lunedì 19 novembre 2012

Roma, attivisti del Teatro Valle occupato aggrediti



CHIEDIAMO CHIAREZZA E SPIEGAZIONI PUBBLICHE
Il 14 novembre come Teatro Valle Occupato e come lavoratrici/lavoratori della cultura abbiamo aderito allo sciopero generale, manifestando nel quartiere di San Lorenzo con il Cinema Palazzo e poi partecipando al corteo degli studenti. A manifestazione finita, mentre stavamo tornando verso il Teatro, cinque di noi (quattro del Valle e uno del Cinema Palazzo) sono stati aggrediti in piazza delle Cinque Scole da uomini in abiti civili che si sono qualificati come polizia, senza mostrare alcun tesserino. Uno di noi è stato brutalmente picchiato.
Nonostante la paura, abbiamo deciso di denunciare l’accaduto e renderlo pubblico attraverso la stampa perché si faccia luce su questo episodio. Vogliamo sapere chi erano questi uomini e perché erano autorizzati a comportarsi fuori da ogni regola. Le violenze e gli abusi a cui siamo stati sottoposti durante la giornata del 14 novembre per il solo fatto di partecipare ad un corteo di sciopero non possono essere un’intimidazione alla partecipazione civile. Come cittadine e cittadini chiediamo chiarezza e spiegazioni pubbliche.
Teatro Valle Occupato
Articolo da IL FATTO QUOTIDIANOdi Lorenzo GaleazziRoma, attivisti del Teatro Valle occupato aggrediti nel quartiere ebraico
“Qui dentro non ci dovete entrare. Potete andare a fare casino per tutta Roma, ma se entrate qui dentro siete morti”. E giù botte. Sono le 16.00 di mercoledì 14 novembre e dopo gli incidenti durante il corteo degli studenti, la città sta tornando lentamente alla normalità. Quattro attivisti del Teatro Valle occupato e uno del Cinema Palazzo, tre ragazze e due ragazzi – tutti giovanissimi – stanno attraversando i vicoli dell’antico ghetto ebraico per tornare a casa dopo la manifestazione. “Non avevamo né zaini, né caschi, né niente – raccontano – Stavamo solo camminando”. Ciò nonostante, quando arrivano in piazza delle Cinque Scole incrociano due uomini che, dopo uno scambio di sguardi per niente amichevoli, iniziano a seguirli.
Davide, uno dei ragazzi, sente puzza di bruciato e accende la telecamera con la quale aveva ripreso gli scontri di qualche ora prima. “Abbiamo pensato che fossero due agenti in borghese e, dopo tutto quello a cui avevamo assistito in corteo, volevamo tutelarci registrando un eventuale abuso di polizia”, puntualizza Ilenia, attrice e unica trentenne del gruppo. Ma gli uomini sentono il motorino della telecamera azionarsi e così comincia la gazzarra: “Uno dei due ci è venuto addosso insultandoci e subito dopo si è scagliato addosso al ragazzo con la macchina da presa”. A quel punto si avvicinano altre persone. Davide viene immobilizzato sul cofano di un’auto posteggiata lì vicino e, davanti agli occhi sbigottiti dei suoi compagni, comincia il pestaggio. “Mi hanno preso al collo, stavo soffocando”, racconta la vittima. Nel frattempo si avvicinano altre persone che si presentano come poliziotti, ma, come raccontano gli aggrediti, non intervengono in loro aiuto, al contrario, cominciano a intimidire gli altri membri del gruppo: “Vi arrestiamo, vi portiamo dentro e poi vi ammazziamo. Fuori i documenti.”

 continua a leggere e vedi il video http://www.teatrovalleoccupato.it/chiediamo-chiarezza-e-spiegazioni-pubbliche
-


.
 .
 .

-

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency