CONDIVIDI

Share

sabato 11 maggio 2013

Berlusconi ; in un paese normale sarebbe già in galera



Sono stato sempre accusato di portare avanti politiche antiberlusconiane, ma chiunque legge i provvedimenti giudiziari di Milano e Napoli comprende quanto il corso della nostra storia, in questi ultimi vent’anni, sia dipeso dalla dote naturale di quest’uomo, ossia, per dirla con i pm di Milano, dalla <>.

In un Paese civile, degno di questo nome, Silvio Berlusconi, potrebbe già essere in galera. Da noi, invece, regna sovrano e determina le sorti degli italiani. Questo succede grazie a quel macigno che pesa sulla nostra democrazia, che si chiama “conflitto d’interessi”, e grazie all’abuso del suo ruolo istituzionale, che gli è stato permesso dai cosiddetti avversari politici. In passato ho urlato nelle aule parlamentari, in perfetta solitudine: “Berlusconi è l’inventore di una corruzione di nuovo conio più moderna e spregiudicata” (come potete vedere dal video lo dicevo in Aula della Camera dei deputati, 29 settembre 2010). 


Di Pietro: Berlusconi stupratore della democrazia



 . .


Oggi dico: Berlusconi è un genio, sì, un genio del male, che si è fatto leggi ad personam per non farsi condannare, che ha comprato i suoi avversari politici, che si è scelto l’opposizione più consona a suoi progetti, che oltre a detenere il controllo della maggior parte dei media, ha piazzato i suoi uomini nei posti chiave del servizio pubblico radiotelevisivo, in modo da godere del consenso popolare e da ripulire la sua immagine. Insomma, continua d essere anche oggi Deus ex machina di questo Governo, socio di maggioranza dell’esecutivo Pdl- Pd.

L’uomo, e lo ripeto da anni, ha cambiato le sorti della storia di questo Paese, tenendo in ostaggio il Parlamento e piegandolo ai suoi voleri, e tarpando la possibilità del regolare svolgimento dei processi democratici.

Ieri l’ultima perla: la Procura di Napoli ha chiesto il rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi per la vicenda legata alla presunta compravendita dei senatori, ai tempi del Governo Prodi, per cui, essendo le principali vittime, ci costituiremo parte civile al processo. E come al solito, con la faccia di bronzo che lo contraddistingue, un istante dopo la notizia, ha accusato i pm di fare un uso politico della giustizia. Le stesse parole pronunciate qualche giorno prima nei confronti dei giudici di Milano, che lo hanno condannato in appello per frode fiscale. Da quanto emerge dagli atti giudiziari avrebbe messo in moto un sistema di gestione aziendale che utilizzava fondi neri per corrompere politici e giudici. Gli altri capi d’imputazione sono caduti, naturalmente grazie alle leggi ad personam varate da lui stesso.

La responsabilità più grande di tale disastro, che ci ha resi ridicoli agli occhi del mondo, e che ci ha portato alla crisi politica, economica, sociale e culturale, è di coloro che anche oggi fanno “affari” con lui, tacendo sugli attacchi eversivi nei confronti dei magistrati e sulla sua chiamata alle armi domani a Brescia. Il silenzio è complice. Noi, ora e sempre, continueremo ad essere antiberlusconiani perché questo significa difendere i principi della nostra Carta e la magistratura, uno dei tre pilastri fondanti la Costituzione.


http://www.antoniodipietro.it/2013/05/in-un-paese-normale-sarebbe-ga-in-galera?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=in-un-paese-normale-sarebbe-ga-in-galera




leggi anche : http://cipiri.blogspot.it/2013/05/links-controprotesta-favore-della.html
 .

NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency