CONDIVIDI

Share

domenica 8 febbraio 2015

L'origine del mondo


"L'origine del mondo" di Gustave Courbet al Grand Palais di Parigi 





Nell'ambito della mostra maschio / maschio organizzato Museo Orsay fino al 2 gennaio 2014, viene presentato il lavoro di ORLAN dal titolo " L'origine della guerra . " Un'interpretazione del celebre dipinto di Gustave Courbet, dipinto nel 1866, " L'origine del mondo ". La versione di Orlan, completata nel 1989, è una fotografia di un uomo con le gambe divaricate, fallo eretto, mascherando così Courbet iconografia femminile.

quadro di Courbet l' "origine del mondo".
 E l'opera che (oltre un secolo dopo)  l' "origine della guerra". 

Ma - in entrambi i casi - lo "scandalo", dov'è??
Il quadro di Courbet è del 1866; l'opera di Orlan è del 1989.





 Del 2014 è una performance di Debora de Robertis, 
con lacrime dorate dipinte sul viso.

DICENDO :

Je suis l'origine
Je suis toutes les femmes
Tu ne m'as pas vue
Je veux que tu me reconnaisses
Vierge comme l'eau
Créatrice du sperme


Debora de Robertis, con lacrime dorate dipinte sul viso, si è messa ai piedi de l'origine du monde e ha aperto le gambe esponendo il sesso; sullo sfondo l'Ave Maria di Schubert e le parole, ripetute ad libitum: Sono io l'origine / io sono tutte le donne / tu non mi hai vista / io voglio che tu mi riconosca / Vergine come l'acqua / creatrice di sperma.
Messa in scena il 29 maggio, nel giorno dell'ascensione del Cristo, l'origine du monde 2.0 (dal titolo  Miroir de l'origine) non aveva certo intenti blasfemi, 
crediamo: ma - semmai - intenti di verità.

"Sono l'originale, sono tutte le donne, Tu non hai visto me, ti voglio per me, vedere Maria come lo sperma acqua creativo."

E 'con queste parole  e la melodia della Ave Maria di Schubert che artista Deborah Robertis prestato il suo volto per L'Origine du monde Gustave Courbet. E non il suo volto. La reazione della sicurezza del Museo d'Orsay, subito intervenuto, tuttavia, sembra paradossale, con lo stesso messaggio di artista visivo, che si adatta perfettamente le orme del maestro del realismo.

Curveball

Vestita con un abito d'oro che ricorda la cornice del 1866 e con le lacrime dipinta sul suo volto, l'artista lussemburghese ha tranquillamente pubblicato prima del capolavoro della stanza 20 del Musée d'Orsay, a gambe larghe per rivelare il suo sesso. Il pubblico, in un primo momento sorpreso, poi applaudito le prestazioni mentre la sicurezza del museo, quindi non sapeva come procedere.

Nonostante l'insistenza delle guardie di stare di fronte l'artista a cercare di nascondere la sua privacy - il paradosso assoluto della situazione - e cercare di convincere la gente fuori dalla stanza, che ha rifiutato, non è stato fino all'arrivo delle forze l'ordine di evacuare la camera. E rimuovere l'artista che avrà in custodia per "atti osceni in spazio pubblico" prima di essere rilasciati senza accuse.

La palla curva di "origine del mondo", uno dei tavoli più di zolfo , che è, sembra essere stato molto apprezzato dalla direzione del museo che non capiva l'omaggio all'artista .



Sulle orme di Courbet

Digressione: lo scopo della cronica non riflette alcun neutro, avrete già notato con i miei panorami a fette . Discendente di quel pittore, mi sarà ancora meno. Non ho niente da fare, ma ho comunque ritirare un certo orgoglio. L'importanza del sesso sembra essere genetica in Courbet ...

Se la reazione del museo, in modo da evitare un ordine pubblico disordinato di quello che avrebbe potuto essere un semplice atto esibizionista, sembra normale a prima vista, appare discutibile dal momento che utilizza la forza Pubblico e evacuato la stanza. Il simbolo è forte, e molto altro ancora primavera prima della piena paradosso della situazione. Infatti, l'artista, che ha pensato per più di 10 anni nel campo di applicazione della presente legge, cerca solo di rendere omaggio a uno dei più famosi dipinti del mondo. E il risultato è molto convincente.

Soprannominato "Origin Mirror" dal suo autore, la performance è stata completamente nel processo di Courbet, precursori e simbolo della scuola realista della pittura del XIX.

Criticato dalla classica e romantica del suo tempo, l'artista Franche-Comté, stanchi di cattivo sapore dolce e ripetitivi accademico, ha creato il "Padiglione del Realismo" in parallelo al soggiorno formale nel 1855 per esporre le sue opere "non accettabile" al pubblico, prima di essere uno dei promotori Salon des Refusés pochi anni dopo.

Un'opera 2.0

Certamente l'origine del mondo, non faceva parte delle opere presentate al Salon des Refusés nel senso che è un ordine di un diplomatico ricco, ma sarebbe stato se non avesse stata nascosta agli occhi del pubblico e la moralità per decenni .

Quasi 140 anni più tardi, è certamente il destino di Deborah Robertis cui performance sconvolto a causa dell'apertura della vulva. Vulva che rimane chiuso a Gustave.



Courbet stesso, un grande ammiratore di donne, non poteva permettere che al momento a causa di costumi e della morale in vigore. Non sono sicuro oggi non avrebbe portato questa piccola modifica per rendere il suo lavoro ancora più simbolica.

Perché questo è il punto di "origine" del mondo, della vita: la vagina, che si apre contro il pene dell'uomo per progettare e riapre, in gran parte per lasciare spazio alla vita. Prestazioni Robertis ha aggiunto solo dettaglio mancante. Esso incorpora non solo il tavolo, ma migliora. 2.0 Un lavoro in qualche modo.

Un approccio femminista!

Poteva anche andare oltre in questo approccio, che è stato quello di dimostrare che Courbet non ha potuto mostrare il suo tempo a giocare su più significato se la vista e l'udito sono stati ben rappresentati, si potrebbe immaginare la stimolazione attraverso il tatto, l'olfatto e il gusto anche, come fece qualche anno fa femminista Annie Sprinkle nel suo " annuncio cervice pubblico ", invitando il pubblico a guardare dentro la sua vagina con l'aiuto di uno speculum!

In questo senso, il suo approccio non è solo artistica ma anche femminista. Essa incarna quella di femministe pro-sesso , che mira a recuperare il loro corpo e non vergognarsi, soprattutto i genitali.

Maestro e il suo corpo e la sua sessualità è un vero affronto a tutti coloro che vogliono le donne intrappolare in una camicia di forza essenzialista cui contorni sono definiti dalla morale. Non ci sono scelte da fare nella madre dicotomia / puttana, i due non sono in contraddizione.

Questo è ciò che l'artista afferma che "non c'è nulla di buono o cattivo, violento o lieve in questo" gesto ". E 'stato tutto nel modo in cui ho osservato la scena di fronte a me. Solo qualcosa di potente. Mi Mettendo in questa posizione, sono diventato uno spettatore di una scena. Improvvisamente tutto è stato messo in moto intorno a me. E 'stato un balletto. I' hanno destabilizzato le tensioni nella sala museo, innescando belle cose troppo. " Mantenere se stessi e vedere la reazione causato.

Noterete di passaggio in questa intervista a Le Figaro problema ultra-sessista di LA giornalista (che ha integrato i codici patriarcali) all'artista: "Il fatto che tu sia piuttosto che rende il vostro" agire "più accettabile per agli occhi del pubblico? "  E la risposta:  "Che domanda terribile Che cos'è la bellezza, del resto ognuno è bello Non capisco la domanda"?..

L'ipocrisia Orsay

Reagendo così stupidamente e invece di lasciare l'artista alla fine il suo lavoro, il Musée d'Orsay è ipocrita. Il suo imbarazzo venuto principalmente dovuto all'apertura della vulva dell'artista cui sesso non era passiva, chiuso, ma piuttosto attiva. Come ... l' origine della guerra dipinta da Orlan ... e recentemente esposta dallo stesso museo come parte di una mostra sul nudo maschile .

Questa forte reazione all'artista mostra anche l'ipocrisia elitista nei confronti dell'arte. Da un lato l'arte istituzionalizzata, riconosciuta da coetanei e presumibilmente qualificato per giudicare ciò che è arte e ciò che non lo avrebbe fatto. Queste stesse persone per le quali omaggio a Courbet Deborah de Robertis simile a esibizionismo quando scatole piene di merda da un altro costituiscono un colpo di genio assoluto.

A differenza di un azione, a caso, uno per deporre le uova con il suo sesso a dipingere una tela in pubblico , lo specchio di origine è in un percorso artistico, femminista, che si riflette di lunga data e riconoscibile da tutti. Peccato Gustave potrebbe cogliere l'attimo ...


LA STORIA DELLA MELA E' SOLO UNA FAVOLA
CHE RACCONTANO PER INCANTARE 
LE MASSE CREDULONE


LEGGI ANCHE :  http://cipiri8.blogspot.it/2015/02/la-vagina-non-puo-stare-in-galera.html

LEGGI ANCHE : http://cipiri.blogspot.it/2012/01/infibulazione-la-privazione-del-piacere.html
.

LEGGI ANCHE

COME SARA' LA TUA VITA SESSUALE NEL 2016





Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet e blog personalizzati
 a prezzi modici e ben indicizzati. 
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Mi diletto alla creazione di loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.

MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/



FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .

MUNDIMAGO


.

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency