CONDIVIDI

Share

giovedì 8 ottobre 2015

Medici Senza Frontiere a Kunduz : Crimine di Guerra


Medici Senza Frontiere a Kunduz : Crimine di Guerra

MSF (Medici Senza Frontiere) ha esposto numerosi fatti che gettano seri dubbi sull'affermazione principale degli Stati Uniti che il bombardamento dell'ospedale è stato solo un incidente. Per cominciare, l'organizzazione aveva ripetutamente segnalato ai militari americani le esatte coordinate GPS della struttura ospedaliera. Lo hanno fatto recentemente, il 29 settembre, appena cinque giorni prima del bombardamento. Oltre a ciò, il personale di MSF presso l'impianto ha "freneticamente" chiamato funzionari militari durante il raid per comunicare che l'ospedale era stato colpito e farli smettere, ma i bombardamenti sono continuati in modo "sostenuto" per altri 30 minuti.  

- Dall'articolo di Glenn Greenwald su The Intercept: The Radically Changing Story of the U.S. Airstrike on Afghan Hospital: From Mistake to Justification 

A questo punto, tutto voi avranno letto del recente bombardamento delle forze armate Usa su un ospedale di Medici Senza Frontiere a Kunduz, in Afghanistan, scrive Michael Krieger. Quello di cui si può non essere a conoscenza, è quanto la storia ufficiale è cambiata nei giorni da quando questo atto imperdonabile di barbarie è diventato pubblico.

Medici Senza Frontiere ha definito l'attacco un "crimine di guerra", che per l'americano medio suona bizzarro e impossibile. La giustificazione di questa affermazione è semplice - l'attacco aereo non è stato un incidente e l'esercito statunitense ha intenzionalmente preso di mira l'ospedale. Mentre i giorni passano, diventa sempre più chiaro che questo è quello che è realmente accaduto, e il Pentagono sta ora rimescolando le carte per giustificare l'intenzionale presa di mira di un ospedale.

Come riporta Glenn Greenwald su The Intercept:

Quando è apparsa la notizia del raid aereo statunitense su un ospedale di Medici Senza Frontiere a Kunduz, in Afghanistan, la risposta da parte dell'Esercito degli Stati Uniti è stata prevedibile e familiare. E' stato tutto un grande, terribile errore, recitava la dichiarazione ufficiale: un attacco aereo effettuato a Kunduz "può aver causato danni collaterali ad una vicina struttura medica." Oops: colpa nostra. Nebbia di guerra, bombe erranti, e tutto il resto.

In questo caso, però, i militari americani hanno bombardato l'ospedale di un'organizzazione - Medici Senza Frontiere (Medici Senza Frontiere (MSF) - gestita da medici occidentali e altri professionisti del settore medico che non possono essere facilmente ignorati. I medici che si recano in zone di guerra pericolose per curare esseri umani feriti sono considerati come nobili e degni di fiducia. Sono difficili da emarginare e demonizzare. Concedono interessanti e articolate interviste in inglese ai media degli Stati Uniti.

In particolare, MSF ha rivelato numerosi fatti che gettano seri dubbi sull'affermazione principale degli Stati Uniti che il bombardamento dell'ospedale era solo un incidente. Per cominciare, l'organizzazione aveva ripetutamente segnalato ai militari americani le esatte coordinate GPS della struttura ospedaliera. Lo hanno fatto recentemente, il 29 settembre, appena cinque giorni prima del bombardamento. Oltre a ciò, il personale di MSF presso l'impianto ha "freneticamente" chiamato funzionari militari durante il raid per comunicare che l'ospedale era stato colpito e farli smettere, ma i bombardamenti sono continuati in modo "sostenuto" per altri 30 minuti.   

Tutti questi fatti rendono estremamente difficile - anche per i media degli Stati Uniti - vendere la storia "dell'incidente". Almeno probabile è che l'ospedale è stato deliberatamente preso di mira, scelto sia da funzionari militari afgani che si nutrivano le coordinate per i loro alleati militari degli Stati Uniti e / o dai militari degli Stati Uniti in sé.

Così ora fioccano le giustificazioni: sì, lo abbiamo fatto; sì, lo abbiamo fatto di proposito; e non ci dispiace perché abbiamo avuto ragione a farlo dal momento che pensavamo che alcuni combattenti talebani si trovassero nell'ospedale. In risposta alla comparsa di questa giustificazione,  MSF ha espresso il livello di repulsione appropriato:

"MSF è disgustata dalle recenti dichiarazioni provenienti da alcune autorità governative afghane che giustificano l'attacco al suo ospedale a Kunduz. Queste dichiarazioni implicano che le forze afgane e statunitensi hanno deciso di radere al suolo un ospedale perfettamente funzionante, con più di 180 dipendenti e pazienti all'interno perché sostengono che all'interno fossero presenti dei talebani".

"Ciò equivale ad un'ammissione di un crimine di guerra. Questo contraddice completamente i tentativi iniziali del governo degli Stati Uniti si ridurre l'attacco a 'danni collaterali'.

Fin dall'inizio, MSF ha chiarito che nessuno del loro personale presso l'ospedale ha sentito o visto combattenti talebani confrontarsi con forze degli Stati Uniti o afghane.

Ma anche se ci fossero stati, solo i barbari più selvaggi avrebbero deciso che era giusto radere al suolo un ospedale pieno di medici, infermieri e pazienti. Eppure questo è esattamente ciò che l'esercito americano sembra aver fatto, di sua volontà o su richiesta degli afghani che hanno fornito agli Usa le coordinate di questo ospedale, che a loro non piaceva. Di conseguenza, ora abbiamo funzionari degli Stati Uniti e afgani che giustificano un crimine di guerra: l'attacco deliberato ad un ospedale pieno di medici, infermieri e pazienti feriti. Ma è vera anche un'altra cosa: che la storia di quello che è successo sta cambiando rapidamente mentre i fatti che emergono dimostrano chiaramente che le affermazioni iniziali erano false.

Così ora sappiamo che cosa è realmente accaduto. Ai nostri "alleati" afghani non piaceva l'ospedale, perché i medici hanno osato prendersi cura di esseri umani ritenuti "il nemico". Così hanno deciso di inventare una storia e convincere i militari USA a colpire un ospedale. Un ospedale le cui coordinate erano già note. Se questo non è un crimine di guerra, io non so cosa sia, conclude Krieger

da :  http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=12907
.



Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet e blog personalizzati
 a prezzi modici e ben indicizzati. 
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Mi diletto alla creazione di loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.

MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/



FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .

MUNDIMAGO


.

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency