CONDIVIDI

Share

lunedì 31 gennaio 2011

Dalla parte dell'Egitto‏


Dalla parte dell'Egitto‏




Manifestanti egiziani coraggiosi decideranno nelle prossime ore se in Egitto e nella regione circostante a prevalere sarà la tirannia o la democrazia. Hanno fatto appello alla solidarietà internazionale: mandiamo loro una risposta enorme e chiediamo ai nostri governi di fare lo stesso schierandosi dalla loro parte:

Milioni di egiziani coraggiosi si trovano di fronte a una scelta che segnerà il loro destino. In migliaia sono stati arrestati, feriti o uccisi nei giorni scorsi. Ma se continueranno le loro proteste pacifiche, potrebbero porre fine a decenni di tirannia.

I manifestanti hanno chiesto la solidarietà internazionale, ma la dittatura è consapevole della potenza dell'unione in momenti come questi, e infatti hanno cercato disperatamente di tagliare le comunicazioni degli egiziani con il resto del mondo e fra di loro spegnendo internet e i cellulari.

Le comunicazioni via satellite e via radio possono però ancora sfondare il blackout imposto dal regime: inondiamo quelle frequenze con un grido enorme di solidarietà per dimostrare agli egiziani che noi siamo dalla loro parte, e che chiederemo ai nostri governi di fare altrettanto. E' un momento decisivo, e ogni ora è cruciale: clicca sotto per firmare il messaggio di solidarietà, e inoltra questa e-mail a tutti:

https://secure.avaaz.org/it/democracy_for_egypt/?vl

Il potere dei cittadini si sta diffondendo in tutto il Medio Oriente. Nel giro di pochi giorni i manifestanti pacifici in Tunisia hanno abbattuto una dittatura che durava da 30 anni. Ora le proteste si sono propagate in Egitto, Yemen, Giordania e oltre. Questo potrebbe essere l'abbattimento del muro di Berlino del mondo arabo. Se la tirannia cadrà in Egitto, un'ondata di democrazia potrebbe inondare l'intera regione.

Il dittatore egiziano Hosni Mubarak ha provato ad annientare le manifestazioni. Ma con un coraggio e una determinazione incredibili, i manifestanti non si sono fermati.

Ci sono momenti in cui la storia è scritta non dai potenti, ma dalla gente. E questo è uno di quelli. Le azioni di egiziani comuni nelle ore a venire avranno conseguenze enormi in tutto il paese, nella regione e nel mondo. Salutiamoli con la promessa di stare dalla loro parte in questa battaglia:

https://secure.avaaz.org/it/democracy_for_egypt/?vl

La famiglia di Mubarak ha lasciato il paese, ma la scorsa notte ha ordinato ai militari di occupare le strade. Ha minacciosamente promesso tolleranza zero per quello che lui chiama "caos". In ogni caso, la storia sarà scritta nei prossimi giorni. Approfittiamo di questo momento per dimostrare a tutti i dittatori del mondo che non potranno durare a lungo contro il coraggio dei popoli uniti.

Con speranza e ammirazione per gli egiziani,
Ricken, Rewan, Ben, Graziela, Alice, Kien e il resto del team di Avaaz

PIU' INFORMAZIONI:

Egitto: manifestanti, sciopero generale e domani un milione in corteo
http://www.asca.it/news-EGITTO__MANIFESTANTI__SCIOPERO_GENERALE_E_DOMANI_UN_MILIONE_IN_CORTEO-985812-ORA-.html

Internet, cellulari e tlc in black out. Così il governo egiziano spegne la democrazia in rete
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-01-28/internet-cellulari-black-cosi-185147.shtml?uuid=Aaqj7l3C

L'occasione che perderemo
http://www.repubblica.it/esteri/2011/01/31/news/occasione_egitto-11862368/

A Londra la famiglia Mubarak
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-de390bc8-a6ce-4fe7-b29a-2530c39d284b-tg1.html

Amnesty International: l'Egitto cessi di reprimere le proteste
http://www.amnesty.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4420

Aggiornamenti continui pubblicati dai manifestanti egiziani qui (in inglese):
http://www.elshaheeed.co.uk

Campagna per la libertà digitale di ACCESS in Egitto (in inglese)
https://www.accessnow.org/page/s/help-egypt  


Sostieni il nostro lavoro!Avaaz.org è un’organizzazione no-profit indipendente che non riceve finanziamenti da governi o grandi imprese, quindi la tua donazione è di fondamentale importanza per il nostro lavoro. -- clicca qui per fare una donazione.


-

1 commento:

  1. Il ruolo della CIA nel cambio di regime in Egitto.Chi è Omar Suleiman?
    http://coriintempesta.altervista.org/blog/il-ruolo-della- cia-nel-cambio- di-regime-in-eg itto-chi-e-omar -suleiman/

    RispondiElimina

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

PACE

PACE
PACE

emergency

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/