CONDIVIDI

Share

venerdì 9 ottobre 2015

Macchina del Fango Contro Ignazio Marino



CON MARINO STAVAMO RIPORTANDO LA LEGALITÀ, 
TUTTO IN MALORA PER UNA BOTTIGLIA DI VINO 

Sulle dimissioni del sindaco il magistrato ammette: 
non c'erano le condizioni per andare avanti. 

"Non credo che abbia rubato o mentito intenzionalmente ha solo fatto un pò di confusione" .
Troppo onesto!, ha sciacciato i piedi a troppi, chiunque scombussola questo sistema di corrotti e 
mafiosi, ecco perché non lo difendono (PD COMPRESO!)... Come al solito la macchina del fango ha funzionato benissimo! Adesso di mafia Capitale non si ricorda più nessuno? 

"Lui non ha cercato di resistere, ha solo provato a capire se c'erano le condizioni politiche per andare 
avanti. Ma non c'erano, e alla fine ne ha preso atto. Io non ho dovuto convincere nessuno. Capisco che far passare Marino per fesso è diventato uno sport nazionale, ma non lo è per niente". Così l'assessore della Capitale alla legalità Alfonso Sabella spiega al Corriere della Sera come ieri è arrivata la decisione delle dimissioni da parte del sindaco Marino. 

"Stavamo riportando la legalità"
 "La cosa che più mi fa rabbia, a me come a lui" è che sia accaduto per qualche scontrino: "Stavamo 
facendo qualcosa di importante in questa città, stavamo riportando il rispetto delle regole e la legalità, e tutto rischia di andare in malora per una bottiglia di vino da 55 euro". 

"Una leggerezza ma era difficile andare avanti"
 "Certamente - prosegue - si tratta di una leggerezza, non so se di Marino o del suo entourage. E per 
me rimanere al fianco di un sindaco sottoposto a indagine per peculato e falso in atto pubblico, al di là delle cifre irrisorie, era complicato..." e "non perché penso che Marino sia colpevole, ma perché in 
questo momento non è in grado di dimostrare la propria innocenza. 
Una situazione politicamente insostenibile". 

"Non ha rubato, solo molta confusione" 
Sabella ribadisce: "Io non credo che il sindaco abbia rubato o mentito intenzionalmente; credo che 
abbia fatto un pò di confusione, anche perché la scelta di mettere a disposizione gli scontrini è stata 
sua". Una scelta pagata "a caro prezzo". 

MARINO: "PER CACCIARMI MI AVREBBERO MESSO COCAINA IN TASCA"

 Sulle note spese contestate: "Non ero io a compilarle". L'ex primo cittadino, che ha tempo 20 giorni per fare dietro front, dice di temere un ritorno della mafia .

"Ci avevano provato con la Panda rossa, i funerali di Casamonica, la polemica sul viaggio del Papa. Se non fossero arrivati questi scontrini, prima o poi avrebbero detto che avevo i calzini bucati o mi 
avrebbero messo della cocaina in tasca". È lo sfogo del sindaco dimissionario di Roma, Ignazio Marino, in un'intervista a La Stampa. Note spese contestate Sulle note spese contestate, Marino si difende: "Io non so cosa ci hanno scritto sopra. Ho consegnato gli scontrini agli uffici, come si fa in questi casi. Non escludo che possa esserci stata qualche imprecisione da parte di chi compila i giustificativi", e ribadisce di essere "disposto a pagare di persona le mie spese di rappresentanza di questi due anni: 19.704,36 euro. Li regalo al Campidoglio". 

"Rotto le uova nel paniere al consociativismo" 
Marino rivendica di aver "rotto le uova nel paniere del consociativismo politico", ricorda che "Roma sarà parte civile nel processo di Mafia Capitale. Noi abbiamo tagliato le unghie a chi voleva mettere le mani sugli affari" e ora si augura che "chi verrà dopo di me non riporti Roma indietro".

 "Non conosco il giudizio di Renzi" 
Afferma poi che in questa vicenda nel Pd "mi hanno espresso vicinanza in due. Il ministro Graziano 
Delrio e Giovanni Legnini, entrambi molto avviliti per quanto accaduto". E in Comune "dieci consiglieri del Pd su diciannove" piangevano. Su Renzi dice: "Non avendo avuto l'opportunità di parlare col presidente del consiglio, non ho potuto conoscere qual è il suo giudizio". 

20 giorni per ritirare le dimissioni 
Nessuna minaccia - aggiunge - dietro la puntualizzazione di avere 20 giorni per ritirare le dimissioni: 
"Prendo atto che Pd e Sel, due partiti della maggioranza, hanno chiesto le mie dimissioni. E un chirurgo non può restare in sala operatoria senza il suo team". 
Ora "la decisione non è più nelle mie mani. 
E io sono l'ultima persona al mondo che vuole occupare una poltrona". 

FIRMA LA PETIZIONE PER IL RITIRO DELLE DIMISSIONI


.



Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet e blog personalizzati
 a prezzi modici e ben indicizzati. 
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Mi diletto alla creazione di loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.

MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/



FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .

MUNDIMAGO


.

2 commenti:

  1. Sosteniamo Marino sindaco, persona perbene....Io ho firmato. Tu?

    RispondiElimina
  2. Certamente che abbiamo firmato , siamo in 4 a gestire questo Blog, grazie

    RispondiElimina

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency