CONDIVIDI

Share

lunedì 9 dicembre 2013

Torna il movimento dei Forconi e la Polizia toglie i caschi e' una BUFALA



9 dicembre 2013 l'Italia si ferma

 A Torino negozi chiusi nella stragrande maggioranza dei casi. 
Presidi in diversi punti della città. In piazza Castello, manifestazione divisa tra ambulanti/organizzatori che si dissociano dalla violenza e un gruppo di ultrà che si è scontrato duramente con la polizia lanciando mattoni e altro.

Torna il movimento dei Forconi

Il movimento dei Forconi, che a gennaio 2012 paralizzò la Sicilia (e non solo) per nove giorni bloccando strade, raffinerie e rifornimenti in tutta l’isola, sta per tornare all’attacco. Dalle 22 dell’8 dicembre partirà un “blocco totale della penisola“, che dovrebbe concludersi il 13 dicembre ma non è ancora sicuro, perché si parla di “protesta a oltranza”. Memori di quanto accadde quasi due anni fa, quando tutta l’isola fu colta di sorpresa dall’iniziativa del neonato movimento, i siciliani stanno correndo a fare rifornimento ai distributori, in modo quantomeno da non rimanere senza benzina.

In realtà, però, il reale impatto della nuova protesta è tutto da vedere, e c’è chi giura che non si replicherà quanto accaduto nel 2012. Ora infatti il fronte della protesta è più che mai diviso, e le sigle Aias e Forza d’urto hanno deciso di non aderire più, dopo l’accordo raggiunto alla Prefettura di Catania con i governi regionale e nazionale. Queste defezioni, che secondo alcuni trasformeranno la protesta in un flop, non sembrano però spaventare Mariano Ferro, il leader carismatico dei Forconi,

Come ha distrutto il Paese Berlusconi con i suoi alleati. 

Una storia di vera dittatura mediatica spiegata e ricostruita dai giornalisti stranieri.

. .
Documentario USA su Berlusconi censurato in Italia.
.

Forconi, i capi della protesta


Forconi, i capi della protesta

Calvani in Jaguar. Chiavegato pro Putin. E l'ex ultrà Zaccardelli. 

 I leader della rivolta.
Hanno annunciato una MARCIA SU ROMA , vi fidereste di questi soggetti ?
marciate verso casa vostra ormai il danno e' stato fatto c'e' da
 RICOSTRUIRE ADESSO




Fascisti del "9 dicembre": 
un primo screening non lascia dubbi


LA FOTO - Altra prova della presunta solidarietà usata da molti è la seguente foto dove si vedono due poliziotti dietro un cartello tenuto da altri manifestanti (si badi al particolare dei guanti: la vera mano del poliziotto è lungo il suo fianco)

PECCATO CHE NON SIA QUEL CHE SI PENSI 

- A smentire la bufala (ovvero l’aver attribuito arbitrariamente a un gesto normale per i poliziotti una finalità politica ben specifica) ci han pensato le stesse forze dell’ordine. I poliziotti impegnati oggi a Torino nei servizi di ordine pubblico si sono tolti il casco perché «erano venute meno le esigenze operative che ne avevano imposto l’utilizzo». Lo precisa una nota della Questura di Torino, escludendo che il gesto – come ipotizzato da alcuni – fosse riconducibile a forme di condivisione della protesta e lo riprende l’Ansa. D’altra parte in nessun video si vedono i poliziotti mettersi dalla parte dei manifestanti.

Qualche disinformato – e anche qualche finto ingenuo, più spesso provocatori consapevoli 
– chiede retoricamente: ma come fate a dire che gli organizzatori del “9 dicembre” sono fascisti?

Non abbiamo dovuto faticare molto, né lavorare di fantasia. Abbiamo preso dai siti che “lanciano l'iniziativa” l'elenco dei “Comitati territoriali”, cercando di capire – banalmente: via Google – chi sono i “referenti” locali, ovvero i coordinatori, i “punti di riferimento”. Insomma, non abbiamo dovuto scomodare né il Kgb né la Stasi, che certo ci avrebbe fatto sapere molto di più, se fossero ancora in vita.

Ma già quel che abbiamo trovato ci sembra sufficiente. Provateci anche voi, non c'è che l'imbarazzo dei link da scegliere (per esempio questo: https://www.facebook.com/events/177577899109170/permalink/177801995753427/)

Mettiamo in corsivo e "rientrato" ne nostre “note critiche”, in moda facilitare la lettura e non fare confusione.

*****

CONTATTI TERRITORIALI:

VENETO: Giorgio Bissoli, Segretario Azione Rurale – referente Verona / Veneto, Tel 3493657967 – mail: bissoligiorgio@libero.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Patrizia Badii Tel. 349 2587764, info@lifeveneto.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Giorgio Bissoli, forse a sua insaputa, è il segretario di “Azione Rurale”, dipartimento “contadino” dell'area proveniente da Alleanza Nazionale.

Patrizia Badii, ex candidata sindaco a Verona, nel 2012, per la lista “Veneto Stato”, com'è chiaro “indipendentista”, ex leghista, uscita “a destra”.

LAZIO: Barbara De Propris – tel. 3467810040 – barbararoma76@gmail.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Alessio Provaroni – Tel. 3471957026 – mail: aprovaroni@gmail.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Roberto Reginaldi , tel. 346.8783165 – mail: robertoreginaldi@gmail.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Alessio Provaroni è - “casualmente”, sia chiaro - uno dei “costitutori” della Unione per il SOCIALISMO NAZIONALE – RSI (Raggruppamento Sociale Italiano)”, citando il loro stesso sito: “fondata il 28 Ottobre 2011 a SANSEPOLCRO – d’ora in avanti semplicemente SOCIALISMO NAZIONALE - che va ad integrare al suo interno il vissuto del Centro Studi Socialismo Nazionale (CSSN) – fin qui entità metapolitica – e che diviene CSP (Centro Studi Propaganda) quale ufficio propaganda funzionale alla realtà politica costituita”. Il gruppo è costituito anche da Stelvio Dal Piaz, Maurizio Canosci, Fernando Volpi, Stefano Carboni, Riccardo Berti. Basta navigare un attimo per trovarvi iconografia e slogan del peggio “nazional-socialismo”.

Barbara De Propris è invece coordinatrice provinciale “Azione Donna Roma” (http://www.atuttadestra.net/?p=74966). Ma deve trattarsi di una semplice coincidenza.

Roberto Reginaldi invece è proprio quel consigliere comunale di Forza Nuova, di Sezze (Frosinone) di cui si parla nell'articolo di ieri (//www.contropiano.org/politica/item/20727-forza-nuova-si-camuffa-e-cerca-confusioni-rosso-brune).

SICILIA: Salvatore Riggi – Tel.3936026110 – mail: riggi.salvatore@gmail.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Ex “Popolo delle libertà” a Caltanissetta.

FORLI e RAVENNA: Claudio Marconi – tel 3472258116 – ipharra-fcalice.it

Il giornali locali ne hanno resocontato la recente uscita da Forza Nuova, “rimasta nel tunnel del fascismo” - parole sue – ma ha anche voluto rassicurare i suoi camerati vecchie nuovi: “

"Questo non significa un mio disimpegno politico - rassicura Marconi -, continuerò la mia attività politica con il Circolo Culturale Clemente Graziani, che è aderente al Laboratorio Politico Forza Uomo,suffragato anche dall'appoggio di molti giovani che, usciti anche loro da Forza Nuova, hanno voluto intraprendere con noi questo cammino. Non più anticomunisti, non più antifascisti,ma uomini liberi per la costruzione del Laboratorio Politico Forza Uomo, per una azione politica liberata dalle ideologie, che abbiamo gettato una volta per tutte e per sempre nella pattumiera della storia, uniti per combattere il liberal capitalismo". (http://www.romagnaoggi.it/cronaca/forli-claudio-marconi-abbandona-forza-nuova.html)

Nel frattempo è una star su siti anti-demo-pluto come frontediliberazionedaibanchieri.it/ e così via

TOSCANA: Bruno Zoppi, – Cell 348/6466025 – mail: bruno.zoppi@gmail.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Se non è un caso di ominimia, era candidato di La Destra - Fiamma Tricolore, con Santanché e Buontempo buonanima.

CALABRIA: Salvatore Brosal – mail: mailto:superhit33@yahoo.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Tel.339 638 2018

Dice aulicamente di se stesso:

Io non mi sento più figlio di questa terra che calpesta i diritti inviolabili dell’uomo, che calpesta la nostra Costituzione, che affama la sua gente. Io rimpiango il mio passato: il Regno delle due Sicilie. Splendido periodo storico, quando tutto il Meridione, ma soprattutto Calabria e Sicilia erano regioni ricchissime e non conoscevano la disoccupazione. Poi arrivarono i Savoia: gli usurpatori. Io non mi sento più figlio di questa terra che ha mandato al massacro i miei fratelli Istriani e Dalmati. Io non mi sento più figlio di questa terra che ha dimenticato l’Italianità della Corsica. Io non mi sento più figlio di questa terra, dove abbiamo un presidente del Consiglio massone, nominato senatore a vita, senza merito, da un presidente della Repubblica comunista, non eletto dal popolo, che viola con la sua stessa presenza al Quirinale la nostra Carta Costituzionale. Io sono un uomo del Sud, figlio di quel Grande Sud, cha ha dato Gloria ed Onore all’Italia intera. Io sono figlio della Calabria, di questa bella e gloriosa terra, dove l’Aspromonte, la Sila, il Pollino e ottocento chilometri di costa non bastano a questo governo ladro, usurpatore, assassino e criminale a far partire il turismo; quel turismo che porterebbe ricchezza, benessere, gioia, vacanza, allegria in tutto lo stivale. Io rimpiango il mio Passato, quel glorioso Regno delle due Sicilie, dove il benessere era solo una splendida realtà. Io sono un figlio della libertà, della legalità e della Democrazia. Io sono un figlio della “Magna Grecia”.

Io sono un uomo libero in una nazione che vuole rendermi, e renderci solo schiavi delle banche massoniche e dei poteri che uccidono i diritti. Io non riconosco il potere di questo parlamento abusivo. Io uomo del Sud, figlio della “Magna Grecia”, suddito libero nel “Regno delle due Sicilie”, dichiaro la mia indignazione ed esterno il mio disappunto verso questo stato governato da poteri che opprimono il Popolo. In una Repubblica davvero libera e democratica solo il Popolo è sovrano. Viva la Calabria, viva il Sud, viva l’Italia libera ed unita dove il diritto sia l’espressione delle intelligenze di tutti e non l’illegalità di pochi. (salvatore brosal)

PORDENONE: Claudio Sist, Pordenone, mail: sistclaudio@gmail.comQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – cell 3493091400

Di Claudio Sist emerge invece un momento quasi “comunista” rispetto agli altri: era stato candidato nell'Unione di Centro, nelle elezioni comunali del 2011. Un casiniano, insomma...

*****

A noi questa prima scrematura sembra sufficiente, addirittura esaustiva. Diciamo che si tratta di un'iniziativa fascista perché tutti i promotori-referenti-coordinatori (meno uno, Udc) sono provenienti o militanti in organizzazioni fasciste.

Chi voglia “indagare” oltre non ha che da mettersi al lavoro. E farci sapere cos'ha trovato.

L'elenco, naturalmente, continua....

DA  http://www.contropiano.org/articoli/item/20751

NON E' UN CASO CHE ABBIANO SCELTO IL GIORNO DOPO LE PRIMARIE DEL PD 
PER AFFOSSARE LA NOTIZIA DEL NUOVO SEGRETARIO E FAR PARLARE DI LORO

leggi anche 
http://cipiri.blogspot.it/2013/12/forconi-9-dicembre-e-la-farsa-di.html

Forconi : 9 dicembre e la farsa di un’“insurrezione”


L’ultimo travestimento di Forza nuova Chi si nasconde dietro il coordinamento del 9 dicembre

leggi anche 
 http://cipiri.blogspot.it/2013/12/bruciate-i-libri-lincredibile-assalto.html


E' arrivato in piazza a bordo di una Jaguar Danilo Calvani, il leader del Movimento nazionale 9 dicembre.
.

LEGGI TUTTO SULLE STAGIONI
METEOROLOGICHE
ED 
ASTRONOMICHE

.

SITO INTERNET
CHE SI PROPONE DI 
ESPANDERE
IL 
LAVORO CREATIVO


.





LE
IMAGO
DICONO
LA 
VERITA'







.
GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO




. Bookmark and Share .

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency