CONDIVIDI

Share

venerdì 23 settembre 2011

Lampedusa : Brucia alla faccia dell’accoglienza


Lampedusa : Brucia

 

alla faccia dell’accoglienza

 

.


.
di una nuova legge su immigrazione:
di questo abbiamo bisogno!

Lampedusa - Brucia Contrada Imbriacola...alla faccia dell’accoglienza

Distrutto il CIE. Bloccati i collegamenti. Oggi iniziano i primi trasferimenti

Alla faccia dell’accoglienza verrebbe da dire. Non esiste ospite sulla faccia della terra che dia alle fiamme la dimora offertagli dall’ospitante. Eppure a Contrada Imbriacola, nella Lampedusa sottratta ai riflettori dalla necessità di raccontare la fine dell’emergenza, incendi fughe e rivolte sono l’ordine del giorno.
Quello della scorsa notte più degli altri perchè le fiamme hanno divorato il luogo di attesa in cui oltre 1200 migranti erano costretti. Quasi consapevoli che il loro viaggio è scandito dai tempi delle emergenze, gli "ospiti", stanchi di attendere, hanno dato alle fiamme il CIE rendendolo inagibile, rifacendo così partire la macchina che accompagna il loro viaggio e preparandosi a scoprirne la prossima tappa. Forse ritardando quel rimpatri che il Ministro Maroni ha scelto come loro destino. "Tutto fumo niente arrosto" visto che poi il problema principale rimane l’estenuante periodo di trattenimento che tra convalide illegittime e richieste di proroga è stato dilatato dall’ultimo decreto di emergenza a 18 mesi.
Non c’è fotografia migliore dello stato di salute delle leggi italiane sull’immigrazione di quella che vede il simbolo, il centro di Lampedusa, agitato ai quattro venti per oltre un decennio, messo al rogo da quanti sulla loro pelle hanno sperimentato cosa significhi "albergare" nel "fiore all’occhiello del modello di accoglienza europeo".
Qui non esiste un problema di aprire o chiudere le porte dell’Europa. In ballo, certo, c’è una soglia minima di diritti della persona che nel Sud del mediterraneo sembrano spesso essere carta straccia. Ma forse il contesto globale ed Euromediterraneo suggerisce anche molto altro.
Davanti a noi non sembra per nulla esserci una contingenza ma un futuro che questo paese, a sua volta travolto da una crisi senza vie d’uscita, volente o nolente dovrà attrezzarsi per affrontare.
non di trasferimenti veloci e neppure di CIE più accoglienti, ma di una nuova legge su immigrazione: di questo abbiamo bisogno!

http://www.meltingpot.org/articolo16986.html


INAC - Istituto Nazionale Assistenza ai Cittadini

Rivolgiti al patronato Inac per l’assistenza nella compilazione delle pratiche di rinnovo, rilascio, aggiornamento, conversione del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno, oppure per inoltrare le richieste di ricongiungimento familiare.
Il Patronato Inac inoltre fornisce assistenza per Isee, Pensioni, Infortuni, Assegno sociale, Disoccupazione, Invalidità civile.
vedi sito inac-cia.it

SERVIZI AGLI IMMIGRATI

SPORTELLO PER L'ASSISTENZA AI CITTADINI IMMIGRATI:


http://www.inac-cia.it/inac/svl/documentiRead?doc_id=15974&tpl_id=7



campagna dedicata ai diritti dei migranti



 http://cipiri.blogspot.com/2011/09/campagna-per-i-diritti-di-cittadinanza.html

-

.
 .
 .

-

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency