CONDIVIDI

Share

venerdì 15 novembre 2013

Vendola querela il Fatto quotidiano


Vendola querela il Fatto quotidiano

Il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha dato mandato ai propri avvocati di sporgere querela ai responsabili dell’articolo on line pubblicato su “Il Fatto quotidiano” di oggi e ripreso da altre testate giornalistiche web.


. .

Nell’articolo si racconta, in modo volgarmente strumentale, di presunte risate del Presidente suscitate dalle domande sulle morti per cancro. Come tutti invece possono tranquillamente constatare, il Presidente era solo rimasto colpito dallo specifico episodio in cui Archinà, con un salto improvviso, si era avvicinato ad un giornalista che stava intervistando Riva. E’ quindi solo lo scatto di Archinà ad aver suscitato il sorriso di Vendola e non certamente il riferimento alla tragedia delle morti per cancro a Taranto. Su questo tema si registra invece, come si può constatare ascoltando la telefonata e non solo, l’attenzione del Presidente Vendola testimoniata dalla sua storia politica e personale.


Una telefonata choc di Nichi Vendola, intercettata dalla procura di Taranto nell'ambito dell'inchiesta sull'Ilva, riporta alla mente dei tarantini un discusso episodio accaduto nel novembre 2009 quando Girolamo Archinà, addetto alle relazioni istituzionali del polo siderurcigo, impedì una domanda scomoda di un giornalista (Luigi Abbate dell'emittente tarantina Blustar Tv) al patron dell'acciaiao Emilio Riva.

Con «un guizzo felino» Archinà strappò il microfono al cronista che chiedeva un commento sugli effetti dell'inquinamento a Taranto («La realtà non è così rosea visti i tanti morti per tumore...»).

«ABBIAMO RISO UN QUARTO D'ORA». «Io e il mio capo di gabinetto abbiamo riso per un quarto d’ora», ha commentato Vendola a proposito dell'«impresa», parlando alla cornetta con lo stesso Archinà quando nel luglio del 2010, appena tornato da un viaggio in Cina, vide il filmato della conferenza nel frattempo diventato un tormentone su Youtube.

COMPLIMENTI AD ARCHINÀ. Nell'audio della telefonata, riportato da Il Fatto, il governatore della Puglia ha definito una «scena fantastica» l’immagine di Archinà che ha impedito al giornalista di intervistare Riva.

Il leader di Sel, ridendo, ha rivolto anche i suoi «complimenti» ad Archinà, in carcere il 27 novembre 2012 con le accuse di associazione a delinquere finalizzata al disastro ambientale, avvelenamento di sostanze alimentari e omissione dolosa di cautele sui luoghi di lavoro. «DITE A RIVA CHE NON MI SONO DEFILATO». Non solo. Riferendosi al giornalista lo ha definito una «faccia di provocatore». Vendola, che ha affermato durante la chiamata di aver fatto davvero le battaglie a difesa della vita e della salute, gli ha suggerito di «stringere i denti» di fronte a questi improvvisatori «senza arte né parte». E ha aggiunto: «Dite a Riva che il presidente non si è defilato».

VENDOLA ACCUSATO DI CONCUSSIONE. Vendola è tra i 53 indagati dell’inchiesta 'Ambiente svenduto' nella quale è accusato di concussione e di fatto pressioni sul direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, perché ammorbidisse il suo atteggiamento nei confronti dell'Ilva. Vendola querela Il Fatto: «Non ridevo per i morti di tumore»

Nichi Vendola non si è scusato, ma ha dato mandato ai propri avvocati di sporgere querela ai responsabili dell'articolo on line pubblicato su Il Fatto Quotidiano.

«STRUMENTALIZZAZIONE». Secondo il comunicato della Regione Puglia, nel pezzo «si racconta, in modo volgarmente strumentale, di presunte risate del presidente suscitate dalle domande sulle morti per cancro. Come tutti invece possono tranquillamente constatare, il presidente era solo rimasto colpito dallo specifico episodio in cui Archinà, con un salto improvviso, si era avvicinato a un giornalista che stava intervistando Riva». «NON RIDEVA PER I MORTI». Quindi il motivo della risata è un altro: «È solo lo scatto di Archinà ad aver suscitato il sorriso di Vendola e non certamente il riferimento alla tragedia delle morti per cancro a Taranto. Su questo tema si registra invece, come si può constatare ascoltando la telefonata e non solo, l'attenzione del presidente Vendola testimoniata dalla sua storia politica e personale». IL M5S: «DISGUSTO, NON È CREDIBILE». I parlamentari pugliesi del Movimento 5 stelle però hanno attaccato: «Una sola parola. Disgusto. Vendola si dimetta da presidente regione Puglia, non è più credibile''.

Domanda del direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez, 
a Nichi Vendola, 
nel corso del forum del Fatto dedicato ai candidati delle primarie del centrosinistra

. .

. .

La telefonata con Archinà, addetto alle relazioni esterne dell'Ilva, 
si spiega semplicemente - secondo il governatore della Puglia - per i rapporti necessari ad affrontare i problemi aperti. 
"Con l'Ilva dovevamo tentare di mettere le centraline per monitorare la situazione. 
La telefonata estratta dal suo contesto è un'operazione lurida,
 un tentativo di sciacallaggio e di linciaggio''.
 Intervista di Silvia Garroni


VERAMENTE SCANDALOSO FARE SCOOP COSI, BASANDOSI SOLO SU PERSONALI E DISCUTIBILI INTUIZIONI. SI VEDE PROPRIO CHE NICHI VENDOLA HA SCHIACCIATO PIEDI PESANTI, HA "OSATO" SFIDARE I RIVA, GLI IMPERATORI DI TARANTO
.

NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/

GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

PACE

PACE
PACE

emergency

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/