CONDIVIDI

Share

martedì 17 aprile 2012

fondi pubblici ai partiti?


fondi pubblici ai partiti? Ecco la mappa paese per paese

Come funziona il finanziamento pubblico ai partiti negli altri paesi? Ecco la mappa che lo spiega




 Nel nostro paese, il finanziamento pubblico ai partiti è stato abolito con un referendum abrogativo nel 1993. In pratica è cambiato poco vista la legge che prevede i "rimborsi elettorali". Ogni anno, i vari partiti ottengono dallo Stato, da noi, milioni di euro.

Ma come funziona il finanziamento pubblico ai partiti nel resto del mondo? Secondo un'inchiesta dell'Institute for Democracy and Electoral Assistance (IDEA), i paesi che prevedono forme di finanziamento pubblico annuale (totale o parziale) sono 96: il 44% dei paesi del mondo. 57 prevedono invece fondi pubblici in relazione alle spese sostenute in campagna elettorale.

Mentre gli Stati che non prevedono nessun finanziamento pubblico sono 55. In Europa soltanto Malta, Andorra, Svizzera, Bielorussia, Ucraina.


Il rimborso elettorale ha fruttato ai partiti 2,7 miliardi di euro dal 1994 ad oggi, che salgono a 6 se si considera il periodo precedente fino al 1974


Il rimborso elettorale ha di fatto sostituito il meccanismo del finanziamento pubblico, abolito nel 1993 con referendum. Come riporta FanPage, nel 2006 è stata introdotta una norma, cancellata nel 2011, che impone di elargire il rimborso per intero anche in caso di legislature interrotte.

I partiti hanno visto entrare nelle loro casse i soldi calcolati su tutti e cinque gli anni di legislatura e questo a prescindere dalla loro effettiva permanenza nell'Esecutivo. Quali sono i partiti che ne possono beneficiare? La risposta è molto semplice: quelli che hanno ottenuto l'1% di voti alla Camera, mentre al Senato si calcola su base regionale. Il rimborso, inoltre, è calcolato non sui voti effettivamente ricevuti, ma in relazione agli iscritti nelle liste elettorali.

Nelle elezioni politiche del 2008, quanto ci sono costati i partiti politici? Molto di più delle spese da loro affrontate. I partiti hanno speso 110 milioni di euro per le loro campagne elettorali, ottenendo cinque volte di più in rimborsi.

leggi anke
http://cipiri.blogspot.it/2012/04/illegale-il-trattamento-privilegiato.html

20 miliardi di euro all'anno solo per le auto blu
2,5 miliardi di euro dal 1994 a oggi di rimborsi elettorali
16.000 euro al mese di stipendio ufficialmente i più ricchi d'Europa
290.000 euro l'anno per lo stenografo del senato più del RE di Spagna
160.000 euro l'anno vanno al barbiere del senato
600.000 euro l'anno per il capo della polizia che guadagna più del capo dell'FBI
218.000 euro lo stipendio di Napolitano che ha più dipendenti e collaboratori della regina d'Inghilterra
il quirinale ci costa 235 milioni di euro l'anno
gli uffici di Montecitorio ci costano 54 milioni di euro l'anno

Vivono come nababbi hanno più privilegi della nobiltà pre-rivoluzione Francese, noi siamo costretti a fare sacrifici per mantenerli.


. -


.

Nessun commento:

Posta un commento

Aiutiamoci e Facciamo Rete , per contatto ... http://www.cipiri.com/

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FEED

Subscribe

MI PIACE

Share

Post più popolari

Elenco Blog AMICI

Google+ Badge

Informazioni personali

La mia foto

Creo siti internet e blog personalizzati a prezzi modici e ben indicizzati - http://www.cipiri.com/

Google+ Followers

PACE

PACE
PACE

emergency